Macrosoft srl Gruppo Macrosoft Holding

Rimpiazzo

 
Per anni il refilling delle attrezzature si è basato sulla metodologia, non certo ottimizzante, di caricamento effettuato al termine di ogni allestimento, a prescindere dalla effettiva necessità, al fi ne di garantire, alla ripartenza del successivo allestimento, la piena copertura alla vendita. Si pensi che il caricamento della canalina di un allestitore automatico per un numero di pezzi minore di cinque può costare fino a 4 secondi per pezzo, mentre, per caricamenti oltre i 20 pezzi, il tempo medio per pezzo scende fino a poco più di un secondo.
Immaginando quindi di poter caricare le canaline con 20 e più pezzi, si possono ottenere miglioramenti nelle produttività nell'ordine del 20%. Grazie alle funzionalità GeO, pensate per ottimizzare proprio questa attività sia nei settori manuali sia nell'allestitore automatico, è possibile gestire a livello informatico il refilling. Particolare annotazione riguarda il computo del valore del punto di rimpiazzo quantificato autonomamente da GeO con sofisticate routine di calcolo che si appoggiano ai dati di vendita presenti nel gestionale DiFarm, compresa la conoscenza dei mancanti cronici. In due parole, significa massimizzare l'ottimizzazione del caricamento, mixando tra il massimo numero di pezzi caricabili compatibilmente con le necessità di copertura calcolate in base alle previsioni di vendita.
 
Caricamento delle attrezzature manuali 

Il sistema permette di gestire le operazioni di rimpiazzo delle ubicazioni di allestimento manuale ottimizzando la movimentazione e garantendo la correttezza delle operazioni attraverso la lettura dei codici a barre (prodotti, ubicazioni e unità di carico).
Le missioni di rimpiazzo sono gestite automaticamente dal sistema informatico che è in grado di determinare il momento in cui effettuare i rimpiazzi e la quantità ottimale da rimpiazzare.
Le missioni sono classificate in:
  • missioni di rimpiazzo preventive ("differite")
    che vengono espletate tra un allestimento ed il successivo e permettono di riempire tutte le ubicazioni che hanno una giacenza inferiore al punto di rimpiazzo;
  • missioni di rimpiazzo urgenti (immediate)
    che si generano automaticamente durante l'allestimento in base agli impegni creati dalla gestione ordini (questo permette di tenere conto di picchi di vendita e/o di missioni differite non ultimate).
Le missioni di rimpiazzo "differite" vengono schedulate secondo il criterio della priorità in funzione della criticità del prodotto. A supporto della produttività, GeO permette di:
  1. creare missioni di rimpiazzo con un percorso ottimizzato, sia durante il prelievo dalle ubicazioni di scorta, sia nella successiva attività di stoccaggio;
  2. tracciare l'intero percorso attraverso la codifica di una "Unità di Carico" (UdC) che permette di identificare i prodotti in ogni momento della fase di rimpiazzo;
  3. utilizzare sistemi in radiofrequenza per controllare le operazioni di prelievo e successivo stoccaggio attraverso la lettura dei codici a barre. Tali apparati possono essere utilizzati anche con comandi VOCALI
 
Caricamento delle attrezzature automatiche

Il sistema consente il controllo ed il coordinamento delle operazioni di rimpiazzo per i sistemi automatici. Questo significa che GeO è in grado di conoscere la giacenza in tali ubicazioni e di proporre, quando è necessario, la missione di rimpiazzo, garantendo inoltre la correttezza delle operazioni attraverso la lettura dei codici a barre (prodotti e ubicazioni). GeO tiene sotto controllo lo svuotamento delle canaline tenendo conto di ciò che effettivamente viene "scaricato" (quindi non vi sono false segnalazioni dovute a prelievi manuali che figurano a carico delle attrezzature automatiche), analizzando il livello del punto di rimpiazzo che ovviamente è diverso per ogni articolo gestito.
Alla fine del turno di allestimento, GeO indica le canaline "sofferenti", guidando l'operatore nell'attività di riempimento. Inoltre, la funzione "impegno da prelievo", monitorizza l'eventuale svuotamento della canalina per suggerire il refilling durante le attività di allestimento nel caso ci siano dei picchi di vendita non previsti.
Un monitor on-line molto dettagliato, che può essere ribadito anche settorialmente lungo gli automatici, tiene sotto controllo l'andamento dei fabbisogni e, una volta avviate, l'andamento delle attività di refilling che possono essere condotte con l'ausilio dei terminali RF, garantendo così anche il pieno controllo qualitativo sulle attività effettuate .

GEO

Non compilare questi campi
MACROSOFT srl - Str Cluentina 26 - 62100 Macerata (MC)
tel. 199.128.900 fax. 0733.283444
 
I campi segnati da * sono obbligatori.

RICHIEDI ALTRE INFO

 
 
 
 
 
 
Back to Top